Signori si nasce

Il barone Ottone Spinelli degli Ulivi, detto Zazà (Totò) , nonostante la sua nobile discendenza, è sempre al verde, a causa di una vita dissoluta passata dietro le quinte dei teatri a corteggiare le soubrettes.
Nonostante l’indigenza economica, l’uomo continua a intrattenere una vita da nobile, vivendo in un albergo e servito dal fedele (e mai pagato) Battista (Carlo Croccolo).
Incalzato da un creditore insoluto, tale Bernasconi (Luigi Pavese), viene denunciato perchè ha falsificato la garanzia su una cambiale in scadenza e ovviamente scoperta.
Messo alle strette, Zazà decide con riluttanza di accettare il consiglio di Battista, ossia chiedere un prestito al fratello Pio Degli Ulivi (Peppino De Filippo), titolare di una sartoria frequentata principalmente da prelati e suore. Tra i due fratelli non corre buon sangue a causa dello stile di vita di Zazà, ritenuto immorale da Pio, uomo timorato di Dio, dedito al lavoro ed alla carità.

Film con: Totò; Peppino De Filippo; Liana Orfei; Delia Scala; Riccardo Garrone; Luigi Pavese; Angela Luce; Carlo Croccolo.
Regia Mario Mattoli, 1960.



Ecco uno spezzone del film “Signori si nasce”.

Tag:, ,

Lascia un Commento